Sicilia 2016

24 Novembre 2016

Nel mese di Luglio siamo intervenuti per catturare e sterilizzare 4 gruppi di cani randaggi estremamene inselvatichiti nei comuni di Milazzo (ME), Barcellona Pozzo di Gotto e comuni limitrofi.
E da diversi anni che siamo intervenuti in tali zone per limitare la riproduzione dei cani randagi ottenendo un sostanziale controllo del randagismo.


Scopri di più

Relazione di servizio "cattura dei conigli"

06 Aprile 2016

Oggetto: Relazione in riferimento alla conclusione delle operazioni di recupero dei conigli nell’area condominiale di Via Valentiniano, 23 - Roma

Come da programmazione il giorno venerdì 4.3.2016 si è svolto il sopraluogo congiunto per la valutazione dell’assenza di tutti i conigli, che erano presenti nell’area condominale suddetta. Alla presenza dell’Amministratore Condominale e di alcuni condomini, si è costatato che nell’area non si riscontrava alcuna presenza di conigli.


Scopri di più


Oggetto: Relazione in riferimento alla conclusione delle operazioni di recupero dei conigli nell’area condominiale di Via Valentiniano, 23 - Roma

Come da programmazione il giorno venerdì 4.3.2016 si è svolto il sopraluogo congiunto per la valutazione dell’assenza di tutti i conigli, che erano presenti nell’area condominale suddetta. Alla presenza dell’Amministratore Condominale e di alcuni condomini, si è costatato che nell’area non si riscontrava alcuna presenza di conigli.

Il progetto si è svolto come da programma preventivo, articolato in tre fasi:

I) Recupero dei conigli dall'area condominiale colonizzata:

  Le operazioni di recupero a mezzo di recinti-trappola ed altri mezzi tecnologici utilizzati nella gestione della fauna selvatica, sono state svolte da personale specializzato, che ha messo in atto tutte le precauzioni per ridurre il rischio di stress e traumi per gli animali. Il corretto svolgimento delle operazioni è stato costatato dal personale del Servizio Veterinario ASL RM/2.

II) Trasferimento dei conigli nel rispetto del benessere e delle normative vigenti:

  Il trasferimento nel luogo di destinazione è stato effettuato con trasportini idonei, presso l’Ambulatorio del dott. Klaus G. Friedrich ove sono state effettuate le visite veterinarie, alcune cure mediche, trattamenti antiparassitari e le sterilizzazioni degli animali.

III) Collocazione, mantenimento e sterilizzazione dei conigli presso un'area naturale di campagna, autorizzata dal Servizio Veterinario ASL, adatta alle esigenze eco-etologiche della specie:

  Il gruppo di conigli, è stato sottoposto a controllo della riproduzione con tecniche di sterilizzazione irreversibile, eseguite presso l’ambulatorio, onde evitare la riproduzione incontrollata dei soggetti, insostenibile per l'area di destinazione. Oltre al fatto di dover inibire la riproduzione per controllare il numero di conigli, da un punto di vista medico ci sono grandi vantaggi nello scegliere di sterilizzare una femmina di coniglio per ridurre la possibilità di sviluppare un tumore all'utero (adenocarcinoma del coniglio).

L'intervento di sterilizzazione della femmina è stato eseguito con una tecnica chirurgica mini invasiva laparoscopica per garantire al massimo il benessere animale.Tutti gli interventi si sono svolti in anestesia generale gassosa.

Importantissima nell’ambito di questo progetto è stata la possibilità di reintrodurre i conigli operati in tempi brevi,nel proprio gruppo.

Gli animali sono prima stati introdotti in un recinto di degenza ed in seguito trasferiti in un recinto semi-naturale, spazioso con terreno naturale, accesso a fonti d'acqua e ripari/ricoveri, adatto alla specie in questione. Il recinto e gli animali potranno essere visitati previo appuntamento, in quanto l'area è sita in una proprietà privata.

Animali individuati dai condomini fino a (60) giorni dalla data di conclusione delle operazioni nell'area condominiale, dovranno essere segnalati tempestivamente al sottoscritto per consentirne la cattura, il costo della quale è compreso nel preventivo. Si fa presente che il condominio è tenuto a vigilare su abbandoni di animali, vietare la somministrazione di cibo e di mantenere la recinzione efficace per impedire l’introduzione di nuovi conigli da fuori.

  • Evitate di somministrare cibo all'interno dell'area condominiale per evitare di attrarre animali da fuori.

 

  • Diffidate persone esterne a lanciare cibo nella Vostra area per evitare di attrarre animali da fuori.

 

  • Controllate regolarmente le reti anti-coniglio perimetrali messe dal nostro personale per garantire che non si possano introdurre animali.

 

  • Apponete una gomma alla base del cancello pedonale per garantire che non si possano introdurre animali.

 

  • Procedete a valutazioni strutturali per valutare se le tane scavate dai conigli ormai sigillate e contrassegnate con bande rosso-bianche, non rappresentino un pericolo di statica per il terreno e per i stabili/case.

La conclusione delle operazioni è stata determinata in seguito a sopraluogo congiunto da parte del sottoscritto con l’amministratore condominiale o loro delegati in data 4.Marzo 2016.

Clinica per orsi bruni 2015

13 Febbraio 2016

Ci è pervenuta la richiesta per l'allestimento di una Clinica specialistica per Orsi Bruni ex-maltrattati, provenienti per la maggior parte dall'Est Europa, ma anche dall'Italia e ormai in salvo in un Centro di Recupero per Orsi nella Foresta Bavarese Bad Fuessing


Scopri di più

Intervento:

Ci è pervenuta la richiesta per l'allestimento di una Clinica specialistica per Orsi Bruni ex-maltrattati, provenienti per la maggior parte dall'Est Europa, ma anche dall'Italia e ormai in salvo in un Centro di Recupero per Orsi nella Foresta Bavarese Bad Fuessing

Scopo:

Raccogliere fondi, acquistare l'attrezzatura necessaria per l'allestimento di una clinica specialistica per far fronte alle numerose patologie molto frequenti negli orsi bruni maltrattati, come ferite, tumori, cirrosi epatica e fratture dentarie.

Fornire tutte le indicazioni su un corretto allestimento della clinica e fornire tutto il supporto medico veterinario necessario. 

Risultati:

sono stati raccolti poco piu' di 7000 euro che hanno permesso di acquistare la seguente attrezzatura:

1) SET FERRI CHIRURGIA TESSUTI MOLLI - FOSCHI (vedi dettagli allegati)

2) CARRELLO SERVITORE MAYO ELEVABILE 

3) LAMPADA CHIRURGICA MACH LED 130F 60000 LUX - A SOFFITTO

4) APPARECCHIO ANESTESIA SU CARRELLO BLU-CIRCUITO
APERTO/CHIUSO-VERSIONE PLUS 

5) ELETTROCARDIOGRAFO 3 CANALI 1103LW VET-DISPLAY 5,7"

6) STETOSCOPIO LITTMANN MASTER CLASSIC II TUBO

7) HEINE OTOSCOPIO SET COMPLETO CON TESTA APERTA

8) BISTURI SU 140: CAVO X PINZA BIPOLARE 

9) BISTURI SU 100/140: PINZA BIPOLARE RETTA

10) ASPIRATORE CHIRURGICO ASKIR 30 LT/MIN completo di vaso da 1 lt 


11) RIUNITO DENTALE SU CARRELLO:
compreso di MANIPOLO-TURBINA-ABLATORE-CONTRANGOLO-KIT FRESE  
12
) CENTRIFUGA DIGITALE FOSCHI TDZ4-PROVETTE 12 x 15 ml-4000 rpm

E' stato quindi possibile allestire la clinica presso il centro di recupero e quindi poter fornire l'assistenza medico veterinaria adeguata agli orsi ospitati nel centro

Romania (Letea)2013

29 Gennaio 2016

Richiesta di intervento medico veterinario qualificato per la cattura di cavalli selvatici nell'ambito di un progetto per il contenimento demografico nell'area del delta del Danubio, in una zona (Letea) dove da circa 400 anni tali cavalli. Negli ultimi anni però si sono riprodotti, viste le favorevoli condizioni climatiche, in modo eccessivo arrivando a danneggiare seriamente la rara e tutelata vegetazione boschiva presente...


Scopri di più


Intervento: richiesta di intervento medico veterinario qualificato per la cattura di cavalli selvatici nell'ambito di un progetto per il contenimento demografico nell'area del delta del Danubio, in una zona (Letea) dove da circa 400 anni tali cavalli. Negli ultimi anni però si sono riprodotti, viste le favorevoli condizioni climatiche, in modo eccessivo arrivando a danneggiare seriamente la rara e tutelata vegetazione boschiva presente.

 

Scopo: effettuare un piano di immunocontraccezione per limitare la nascita di nuovi soggetti. Questo utilizzando un immunovaccino che impedisce le gravidanze per tre anni senza alcuna controindicazione per le femmine trattate. Il tutto per evitare abbattimenti selettivi e migliorare il rapporto uomo-animale dell'area.

 

Risultati: sono stati forniti materiali e indicazioni teorico pratiche per la pratica della telenarcosi sui cavalli, e la realizzazione di recinti di cattura specifici per la specie in questione. Sono stati applicati radiocollari su alcuni soggetti per monitorare lo spostamento dei gruppi e permettere quindi l'effettuazione delle catture e quindi permettere il procedere del progetto.

Documentazione


Ucraina 2012

29 Gennaio 2016

È stata richiesta assistenza medico veterinaria qualificata per la cattura di cani inselvatichiti sul territorio ucraino non catturabili con le normali tecniche. Tale richiesta è pervenuta dall'associazione For Paws nell'ambito di un vasto progetto di cattura e sterilizzazione dei cani randagi numerosissimi sul territorio ucraino, in accordo con le autorità locali.


Scopri di più

Intervento: è stata richiesta assistenza medico veterinaria qualificata per la cattura di cani inselvatichiti sul territorio ucraino non catturabili con le normali tecniche. Tale richiesta è pervenuta dall'associazione For Paws nell'ambito di un vasto progetto di cattura e sterilizzazione dei cani randagi numerosissimi sul territorio ucraino, in accordo con le autorità locali.

 

Scopo: catturare tramite telenarcosi e sistemi radiocontrollati e videosorvegliati e successiva sterilizzazione dei cani randagi, vista l'elevatissima presenza di randagismo e conseguente peggioramento del rapporto uomo-animale. Effettuare corsi di telenarcosi e tecniche di cattura per permettere ai colleghi ucraini di continuare tale attività negli anni successivi.

 

Risultati: sono stati catturati circa 300 cani selvatici che sono stati sterilizzati dai colleghi ucraini. Inoltre sono stati realizzati recinti di cattura con i più moderni mezzi di controllo e lasciati a disposizione dei colleghi ucraini per continuare le operazioni di cattura. Sono stati effettuati corsi di telenarcosi per i colleghi fornendogli tutte le nozioni necessarie per utilizzare al meglio tale metodologia. Durante tutte le operazioni di cattura è stata coinvolta la popolazione locale nell'intento di sensibilizzare e migliorare il rapporto uomo-animale. Nel contempo è stato anche effettuato un trasferimento di un giovane orso bruno, da una situazione precaria di detenzione all'interno di una piccola gabbia, in un centro idoneo realizzato ex novo garantendogli così un futuro migliore.

Documentazione


Sicilia 2011/2012

28 Gennaio 2016

E' stato richiesto il nostro intervento per la cattura di cani randagi a Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto.


Scopri di più

Intervento: è stato richiesto il nostro intervento per la cattura di cani randagi a Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto.

Scopo: cattura tramite telenarcosi e utilizzo di recinti di cattura videosorvegliati e radiocontrollati, dei numerosi cani randagi presenti sul territorio e non avvicinabili con altre metodologie. Successivo trasferimento in strutture medico veterinarie della zona per la sterilizzazione.

Risultati: sono state catturate e sterilizzate tutte le femmine individuate sul territorio ed i cuccioli sono stati affidati tramite la collaborazione di associazioni del posto.

Documentazione


Romania 2010

28 Gennaio 2016

Intervento urgente in seguito al fallimento economico dello zoo di Oradea (Romania), con conseguente problematiche mediche di gestione degli animali presenti...


Scopri di più

Intervento: e' stato richiesto un intervento urgente in seguito al fallimento economico dello zoo di Oradea (Romania), con conseguente problematiche mediche di gestione degli animali presenti.

Scopo: effettuare le cure medico veterinarie necessarie per il benessere degli animali presenti, con effettuazione anche delle profilassi vaccinali.


Risultati: sono stati curati per patologie derivanti dalle condizioni precarie di detenzione, 20 leoni, diversi lupi e una tigre. Sono state effettuate le profilassi vaccinali a tutti gli animali presenti. E' stato programmato un piano alimentare specifico al fine di ottimizzare la salute degli animali per essere in sicurezza trasferiti in strutture idonee alla loro detenzione.

Documentazione


Calabria (Rizziconi) 2009

28 Gennaio 2016

In seguito ad alluvione con distruzione del canile presente a Rizziconi, siamo stati chiamati in quanto i cani sopravvissuti sono fuggiti nelle aree limitrofe. Essendo passato diverso tempo le femmine sopravvissute si sono inselvatichite, riprodotte ed hanno creato branchi numerosi. Inoltre si sono verificati molti casi di diffusione di patologie trasmesse da artropodi (zecche) e virali dovute all'alta concentrazione di cani vaganti...


Scopri di più

Intervento: in seguito ad alluvione con distruzione del canile presente a Rizziconi, siamo stati chiamati in quanto i cani sopravvissuti sono fuggiti nelle aree limitrofe. Essendo passato diverso tempo le femmine sopravvissute si sono inselvatichite, riprodotte ed hanno creato branchi numerosi. Inoltre si sono verificati molti casi di diffusione di patologie trasmesse da artropodi (zecche) e virali dovute all'alta concentrazione di cani vaganti.

 

Scopo: cattura tramite telenarcosi e utilizzo di recinti di cattura videosorvegliati e radiocontrollati a distanza. Cura dei soggetti catturatie sterilizzazione delle femmine per il controllo demografico. I soggetti più “domestici” collocati in strutture idonee e quelli selvatici reimmessi sul territorio e monitorati da personale di associazioni del luogo le quali provvedono a fornire il cibo, trattamenti antiparassitari,ecc.

 

Risultati: sono stati catturati circa 80 cani di cui 50 femmine successivamente sterilizzate. I cuccioli ritrovati sono stati curati ed affidati a famiglie sul territorio nazionale.

Documentazione


Progetto Clinica specialistica per orsi bruni

10 Ottobre 2015

Raccolta fondi per l’allestimento di una Clinica specialistica per Orsi Bruni ex-maltrattati, provenienti per la maggior parte dall’Est Europa, ma anche dall’Italia e ormai in salvo in un Centro di Recupero per Orsi nella Foresta Bavarese


Scopri di più

Stiamo raccogliendo con urgenza dei fondi per l’allestimento di una Clinica specialistica per Orsi Bruni ex-maltrattati, provenienti per la maggior parte dall’Est Europa, ma anche dall’Italia e ormai in salvo in un Centro di Recupero per Orsi nella Foresta Bavarese.

Questi animali spesso soffrono di patologie, come ferite, tumori, cirrosi epatica e fratture dentarie a causa dei maltrattamenti subiti nella loro triste vita precedente.

Possiamo dare a loro una vita migliore e curarli come necessario in questa “Clinica veterinaria nel bosco” nel luogo dove vivono adesso al sicuro, con il Vostro aiuto e dei Vostri amici e conoscenti, che sono disponibili ed in grado di aiutare.

Mi impegno da anni personalmente con il nostro lavoro veterinario volontario per questi orsi e sarò personalmente il garante, che tutto il materiale venga consegnato ed istallato nel centro di Bad Fuessing in Baviera e che i Vostri nomi saranno inseriti nella targa dei donatori, oltre che ogni intervento eseguito sugli orsi Vi sarà comunicato tempestivamente via posta elettronica.

Vi prego di diffondere l’elenco dei doni per gli orsi, alle persone di Vostra fiducia e di segnalarmi la disponibilità di sostenere il costo di uno o più attrezzature per l’acquisto urgente.

le Coordinate Bancarie della Italian Wildlife and Zoo V. E. T. - Onlus Banca Sella, Filiale di Ivrea IBAN IT 12 T 03268 30540 052884559930

ATTUALMENTE SIAMO ARRIVATI A 6.315,00

 

Offerta dettagliata

 

  • AUTOCLAVE MELAG MELATRONIC 23EN X IMBUSTATI - 3.269,73
  • SIGILLATRICE MELASEAL 100+ MELAG COMPLETA di tavolo misuratore - 667,82
  • SET FERRI CHIRURGIA TESSUTI MOLLI - FOSCHI (vedi dettagli allegati) - 341,01

Contatti



Strada per Viverone 53,
10010 Piverone (TO) ITALY


+39 0125 68753
info@veterinaryemergencyteam.com

Newsletter

FB Twitter G+ Instagram